Federfarma Piemonte, Ordine dei Farmacisti del Piemonte e FarmaHiSkill insieme per un percorso di crescita a servizio della categoria

La motivazione di un individuo è quell’insieme di bisogni, desideri o intenzioni che prendono parte alla determinazione del comportamento e che conferiscono a questo unità e significato.

Così recita il Vocabolario della Lingua Italiana; ma la motivazione è anche molto altro perché quando la spinta all’agire è animata dalla voglia e dal desiderio di fare qualcosa non solo per se stessi ma soprattutto per gli altri, allora il suo valore assume connotati sempre più ampi, sempre più sociali, sempre più politici.

Politica, appunto: un termine che al solo pronunciarlo può far storcere il naso o rievocare un impegno da tenere a debita distanza perché richiama biechi interessi personali camuffati da slanci sociali.
Eppure, nonostante tutto, esiste una voglia di politica sana, trasparente, giovane.

Certo giovane, perché giovani sono i partecipanti al I° Master di Politica Farmaceutica voluto da Federfarma Piemonte, Ordine dei Farmacisti del Piemonte con la collaborazione di FarmaHiSkill, che in questo primo anno di un triennio, ha puntato l’attenzione sul personal coaching per poi indirizzarsi verso temi decisamente più tecnici ed istituzionali nei prossimi due.

Un Master assolutamente anticonformista, fuori dagli schemi più diffusi dell’attenzione al management della farmacia, ed orientato a far crescere una futura classe dirigente della categoria, capace di saper cogliere le istanze attuali di un professionista alla ricerca di una nuova identità, appunto, politica.

In questo primo anno si è parlato di valori, mete, gruppo, comunicazione, relazioni, crescita personale, impegno: un vocabolario fatto di termini spesso abusati ma che in questo caso hanno coinvolto 23 partecipanti-farmacisti con vissuti ed esperienze molto diverse fra loro- partendo dalla “testa per arrivare al cuore”.

Ed è il cuore che batte nelle loro testimonianze!